La Mina.

Questo 5 di Maggio a 1800h el trasporto della Marina Nazionale
appaiare di Ajaccio per Marseille,il cielo terso,il mare sembrava
un'immenso banco d'olio, su le due fianchi del scafo il tagliamare
désegnava due baffi di schiuma bianca....Tutto andava bene; mentre a
circa di 20h le altiparlante se metteno a urlare "Attente!mina a
babordo avanti ! al posto di combattimento !"Un'énorma pentola più
alta che larga di colore nero come la morte, girava su lei stessa in
una valtzer macabre assomigliandesse a una trottola gigante....Mentre
i suoi movimento diabolico,le agui dei apparechi di bordo déviavano e
impazzivano, la mina,(era proprio cosi),era una mina magnetica eccitatà
da la mazza metallica de "Alphée"e si avvicinava di luio manacciedello
de li suoi numerose antenne che non erano altre che
détonatore, l'ordigno segnato con célerità "Alphée"eseguando dei lente
e abile movimente  ha riuscito di sgombarsi del campo magnetico e le
tentacole calamitati non hanno trovato altro mezzo che di lasciare
andare la sua preda....Fucile e mitragliatrice sono state distribuite
al équipaggio chi ha subito scatenato un vero tiro di
artiglieria....La mina s'hé affondata senza scoppiare, alcuno
détonatore non era stato toccato (sono cose che accadeno).

Tomaso.