Gli Motopescherecci.

 l'Operatore radio del guardapesca "Ailette" aveva molto lavoro
con le motopepescherecci di quale le operatore lavoravano solo con
tasti fabbricati, da loro con il terzo di lunghezza di una lama di
sÚga,erani tutti bravi con loro doppio. Quando "Ailette" chiamava uno
di queste battelle trovandese su un banco di pesca, un banco molto
redditizio e che non respondeva che per breve segnale senza dare la
sua posizione solo per non lasciare usurpare la sua preda da le
altri; allora tando il radio del "Ailoette" deveva dar prova di
destrezza, la individualizzatione era assa´ ardua a realizzare in
simile condizioni.

Questo lavoro si chiamava Controllo
Radiogoniometrico ,si faciva con un recivitore chi ha un'antenna
rotativa che si fa girare con un volante graduato di  0 a 360 gradi
che permette la ricerca della forza minima del segnale ricevuto
(estinzione) : Ex : Il quadrante graduato indica  120 Gradi il
trasmittente ricercato se trova in questa direzione....Il opÚratore di
"Ailette"aveva per determinare la sua propria posizione la possibilita
di fare estinzione su le radiofare, sempre con lo stesso sistema : Ex:
Bergen trasmettiva :BR et Isola De Sein :SN, queste trasmissione se
facivano di 200khz Ó 4OO khz........C'era un'altro lavoro molto duro a
assumere, era la ricercha de i diverse resonanze di ordigne
speciale,questo si faciva con un'appareichio chiamatto "Sonar" che era
impiantato in la stiva dove l'aria era viziata e il puzzo della nafta
era forte,ci voleve la trippa solida per incassare...avevamo anche
un'apparato "LORAN",era una sonda con un'oscilloscopo che funzionavain continuitÓ e su carta millimetrico ,mostrava la profonditÓ, la
distanza ,la velocita e anche la diversitÓ di ogni banco di pescio.Con
tutto questo materiale "Ailette" non poteva che fare bene il suo
dovere..........

A presto e ti saluto carissimo Antonello.
Tomaso.